Piano Accumulo Capitale e Piano d'Investimento

Guadagni

Tutela Patrimonio Familiare e Piano Accumulo Figli

Proteggi Famiglia

Piano Accumulo Capitale e Fondo Pensione Integrativa

Vivere di Rendita!

Imposta di successione

Come si applica l'imposta di successione?

In questa guida vedremo come si applica l'imposta di successione quando un parente è deceduto e si passa tutto il patrimonio all'erede. L'imposta di successione si applica con aliquote variabili dal 4% all'8% a seconda del grado di parentela con il defunto.

Approfondimento:

  1. Nelle successioni a favore del coniuge o in linea retta, è prevista una franchiglia di esenzione di un milione di euro per erede. Tra fratelli l'abbuono è di soli 100 euro, sempre per erede. Nessuno sconto è previsto per gli altri familiari. Le franchigie dovrebbero essere aggiornate ogni quattro anni secondo l'indice del costo della vita.
  2. Nel calcolo della franchigia bisogna considerare tutte le donazioni anteriori effettuate dal familiare scomparso, anche quelle avvenute nel periodo in cui l'imposta sulle successioni era stata soppressa. L'imposta colpisce tutti i beni del defunto (immobili, conti correnti, azioni, obbligazioni e fondi comuni).
  3. L'unica eccezione è rappresentata dai titoli di Stato italiani e dalle polizze vita.

 

Percentuali di imposta di successione variabili

Approfondimento:

  1. Questa aliquota colpisce solo il patrimonio extra franchigia: 1 milione di euro a erede. Così ad esempio, se a ereditare sono il coniuge e i due figli, l'imposta di successione è dovuta solo se il valore totale supera i tre milioni di euro. Il 6% invece per i fratelli e le sorelle. L'aliquota colpisce solo il patrimonio extra franchigia di 100 mila euro per erede.
  2. Il 6% per gli altri parenti fino al 4° grado, gli affini in linea retta e quelli in linea collaterale fino al 3° grado: ad esempio cugini, zii, o nipoti. In questo caso non è prevista alcuna franchigia. L'8% per gli altri soggetti che ricevono i beni in eredità. In questa categoria rientra il convivente non coniugato.
  3. Se il beneficiario della successione è una persona portatrice di handicap, l'imposta si applica con l'aliquota in base al rapporto di parentela, soltanto sulla parte del valore della quota che supera la franchigia di 1.500.000 euro. Sugli immobili sono sempre dovute le imposte ipotecarie e catastali del 3%, salvo i benefici prima casa  

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Tutela Patrimonio Personale

Tutela Patrimonio

Piano Accumulo Figli Università

Figli Futuro Garantito

Tutela Investimento Impresa e Tutela Patrimonio Impresa

Impresa Futuro Garantito